Il 2015 anno del rilancio

Pubblicata 05 Dicembre 2014

L'atteggiamento resta generalmente prudente e non potrebbe essere diversamente, visto il buio pesto perdurato negli anni recenti. Eppure qualcosa si muove nel settore immobiliare italiano: lo conferma il "sentiment del mercato" relativo al secondo quadrimestre dell'anno. Mettendo da parte i pur legittimi timori, si può dire che il clima che accompagna il prossimo futuro è carico di speranza: registrata una timida ma incoraggiante inversione di tendenza nell'andamento delle compravendite, il 2015 potrebbe davvero essere l'anno del rilancio.

L'indagine dell'Università di Parma

L'indagine tradizionalmente condotta dall'Università degli studi di Parma (con l'appoggio di Federimmobiliare e Sorgente Group) su un campione di 200 intervistati distribuiti nei principali centri dello Stivale lascia spazio ad un cauto ottimismo. La maggior parte degli operatori specializzati non ha dubbi: col trascorrere dei mesi il 2014 si è progressivamente scrollato di dosso le statistiche negative entrando in una fase tendenzialmente favorevole. Soprattutto il comparto residenziale si è distinto per un moderato aumento dei prezzi e una certa ripresa nelle compravendite. Quel che più conta, però, è la complessiva percezione dell'affacciarsi di nuove, interessanti occasioni: gli investimenti, insomma, stanno per riprendere quota.

Un coro unanime: "Occorre tagliare le tasse"

La ritrovata fiducia, tuttavia, per tradursi in un effettivo rilancio necessita di alcuni 'aiuti'. Anzitutto in ambito fiscale: oltre il 50% del campione chiede espressamente una riduzione delle tasse. Pretesa più che fondata, dato che l'Italia detiene il poco esaltante primato europeo in fatto di pressione fiscale sugli immobili. Un altro tema sta (forse ancor più) a cuore agli intervistati: quello del credito. Oltre l’80%, infatti, attende la liberazione di capitale da parte degli istituti bancari. Di certo una delle poche soluzioni in grado di garantire opportunità di finanziamento.

Contattaci
+39 0699748004

I nostri consulenti sono a disposizione dal Lunedi al Sabato, non esitare a contattarci.

(Chiamata internazionale – Senza costi addizionali)

Dal lunedì al venerdì 9:00 - 20:00. Il sabato fino alle 16.

Iscriversi alla newsletter

Per seguire le ultime notizie del gruppo Pierre & Vacances Center Parcs e dei vari immobili iscriviti alla newsletter.

Scrivici

Per qualsiasi informazione puoi contattarci anche via email, uno dei nostri consulenti risponderà rapidamente.