Seconda casa sulle Alpi francesi

Pubblicata 17 Dicembre 2015

Secondo l'indice Prime Ski Property elaborato da Knight Frank – società di consulenza globale specializzata in real estate – le località turistiche delle Alpi francesi stanno tornando prepotentemente alla ribalta: non a caso i prezzi delle abitazioni sono aumentati nell'ultimo periodo (dati riferiti al primo semestre 2015) fino al 5,8%. Acquistare una casa in montagna resta un investimento sicuro.

L'eterno fascino degli chalet di montagna

Gli interessi degli investitori internazionali sono sempre più indirizzati verso gli chalet in legno e pietra: residenze raffinate che assicurano un'accoglienza dall'allure esclusiva. Una tipologia abitativa da sempre apprezzata e che, ora, è al centro di un vero e proprio boom. La vera novità è che il versante alpino francese ha scavalcato quello svizzero nelle preferenze dei buyers: gli appassionati italiani della montagna puntano soprattutto sulle più rinomate (e comode) località dell'immediato oltreconfine come, ad esempio, quelle della Val d'Isere e dell'Alta Savoia, immerse in una natura rigogliosa. Tra paesaggi da cartolina e servizi d'ogni tipo che garantiscono il top del benessere, le zone turistiche delle Alpi francesi sono frequentabili in qualsiasi periodo dell'anno: passeggiate ed escursioni d'estate e attività sulla neve nel cuore dell'inverno rappresentano, ovviamente, le ragioni d'attrattiva più accattivanti. Dopo una giornata di trekking, una gita in mountain bike oppure al termine dell'ennesima discesa sugli sci, cosa c'è di meglio del fascino avvolgente e familiare di un classico chalet montano? 

I vantaggi economici e la tassazione leggera

L'aumento di compravendite sul fronte alpino francese è anche effetto del regime fiscale agevolato promosso negli ultimi tempi dal governo parigino: niente doppia tassazione e recupero dell’IVA (pari al 20% del prezzo dell’immobile) sono motivi convincenti per  acquistare una seconda casa in terra transalpina. A favore dello sviluppo del fenomeno giocano anche le valutazioni dell'euro, tendenzialmente più vantaggiose rispetto a quelle dell'esoso franco svizzero. Certo i prezzi medi degli chalet non sono esattamente popolari: si parte dai 7 mila euro al metro quadro per sfondare addirittura quota 25 mila. Tuttavia, a giudicare dall'atteggiamento dei grandi compratori, chi sceglie di investire si garantisce un ritorno economico cospicuo e duraturo, destinato persino a diventare sempre più consistente alla luce degli attuali trend del mercato immobiliare lungo l'arco alpino.

Contattaci
+39 0699748004

I nostri consulenti sono a disposizione dal Lunedi al Sabato, non esitare a contattarci.

(Chiamata internazionale – Senza costi addizionali)

Dal lunedì al venerdì 9:00 - 20:00. Il sabato fino alle 16.

Iscriversi alla newsletter

Per seguire le ultime notizie del gruppo Pierre & Vacances Center Parcs e dei vari immobili iscriviti alla newsletter.

Scrivici

Per qualsiasi informazione puoi contattarci anche via email, uno dei nostri consulenti risponderà rapidamente.